Perché c'è bisogno di un'Etichetta Ambientale DIgitale:

Alla luce del recente DECRETO LEGISLATIVO 3 settembre 2020, n. 116 secondo cui (art. 3, comma 3, lettera c) «tutti gli imballaggi siano opportunamente etichettati, secondo le modalità stabilite dalle norme UNI applicabili, per facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero ed il riciclaggio degli imballaggi, nonché per dare una corretta informazione ai consumatori sulla destinazione finale degli imballaggi». Diventa, altresì, obbligatoria l’identificazione del materiale di composizione dell’imballaggio.

COSA CAMBIA PER I PRODUTTORI DI IMBALLAGGI?

image

Devono fare spazio su packaging affollati

image

Devono dare molte informazioni, ben formattate e corrette

image

Devono tenerle sempre aggiornate

image

ATTENZIONE, PROROGA: LA NORMA ENTRERÀ IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2023

In caso di inadempienza si rischiano multe fino a 40.000€

image

LA SOLUZIONE E’ L’ETICHETTA AMBIENTALE DIGITALE:

Presentazione standard di PowerPoint

Il Ministero dell’Ambiente ha pienamente riconosciuto il ricorso al digitale nella Circolare del Ministero della Transizione Ecologica n. 52445 del 17 maggio 2021, scaricabile cliccando qui.

Il CONAI stesso ricorda che, specialmente sugli imballaggi di piccole dimensioni, viene incoraggiato il ricorso a siti, QRcode, barcode e app… e Giunko è pronta con EAD, la sua Etichetta Ambientale Digitale, a norma di legge e con due diverse soluzioni:

  • Tramite Junker app con la lettura del codice a barre del prodotto
  • Con la lettura diretta di un Qrcode per il prodotto

Vantaggi EAD

image
  • Meno spazio in etichetta, ma info più complete
  • Info di smaltimento geolocalizzate, in ogni Comune
  • Aggiornamenti in tempo reale, senza ristampare
  • Info di sostenibilità, oltre a quelle di smaltimento
  • Molti vantaggi, a costi contenuti
  • 10 Lingue

PERCHÈ GIUNKO

Perché dal 2015 Giunko ha lanciato in Italia JUNKER l’unica app che dà a tutti gli Italiani gratuitamente le info di smaltimento geolocalizzate di TUTTI i prodotti di consumo (Junker app).

I numeri di
Junker

2,3

Milioni di Utenti

1,7

Milioni di etichette ambientali già presenti

54

Milioni di ricerche in App

Qualche domanda?

Qual'è la grandezza minima del qrcode da stampare sulle etichette e con quale dicitura?

Si consiglia di non scendere mai sotto le dimensioni di 1 cm per lato. Deve essere facilmente intuibile per il consumatore che leggendo il QRcode si accede alle info ambientali. Può essere incluso nel logo del circuito virtuoso con le foglioline verdi proposto da Junker e la scritta "etichetta ambientale digitale", oppure si può apporre una frase del tipo: “Leggi il QRcode per le info di smaltimento” (grandezza minima del carattere: corpo 6)

L’etichetta ambientale digitale vale per i prodotti esportati in altri paesi?

L’etichetta digitale di Giunko è in 10 lingue, già pronta quindi per una fruizione estera. Ma per adeguarsi alle diverse legislazioni dei vari paesi, l’etichetta digitale geolocalizza la nazione in cui si trova l’utente e mostra le info di smaltimento del prodotto formattate secondo le leggi locali. L’estensione a Paesi diversi dall’Italia non è però compresa nel costo di licenza standard e viene quotata a parte, paese per paese.

Cosa sono le «famiglie di prodotti»?

Sono tutti quei prodotti poco diversi tra loro ma che hanno un packaging identico. Può essere il caso, ad esempio, dei profumi o dei vini, il cui contenuto cambia mentre l’imballaggio, e pertanto l’etichetta ambientale digitale, è lo stesso.

Se l’imballaggio cambia nel corso dell’anno, cosa devo fare?

È sufficiente rientrare nel portale con la propria login e password, modificare le info pertinenti e salvare. L’etichetta digitale è già aggiornata. È il vantaggio della soluzione digitale.

Le referenze acquistate hanno una scadenza?

Sì, hanno validità 1 anno. Infatti il cliente acquista il diritto all’uso della piattaforma di Giunko, non la sua proprietà. Alla scadenza, se non rinnovata, la licenza legata alla referenza decade e il prodotto corrispondente viene eliminato dalla piattaforma.

Rassegna stampa